Basilica del Sacro Cuore, Parigi
Basilica del Sacro Cuore, Parigi

Basilica Sacro Cuore

La Basilica del Sacro Cuore, situata in cima alla collina del quartiere di Montmartre, risplende con il suo candore incredibilmente bianco e con le sue cupole allungate, che sembrano voler toccare il cielo. Si tratta di una meta d'obbligo nella visita di Parigi, non solo per la sua particolarità e bellezza, ma anche per la vista mozzafiato della città che regala ai suoi visitatori. Infatti, dalle scale della basilica, potrete osservare in tutta la sua bellezza la città, da Notre Dame fino alla Torre Eiffel.

Come arrivare

Le fermate della metropolitana, più vicine alla Basilica del Sacro Cuore, sono Anvers (linea 2) e Abbesses (linea 12). Scegliendo la fermata Abbesses, vi troverete a 1 minuto  di distanza dal celebre muro dei ti amo e proseguendo per la strada arriverete in meno di 10 minuti nella piazza del Sacro Cuore. Se il vostro intento è di visitare l'interno della chiesa, allora, potete scegliere di fare una bella passeggiata e salire a piedi fin sulla collina o sfruttare la funicolare di Montmartre, con un normale biglietto della RATP. Ai piedi della basilica, se il tempo lo permette, troverete anche numerosi artisti di strada, che allietano il loro pubblico con spettacoli interessanti.

La storia della Basilica del Sacro Cuore

Il progetto della basilica, nasce nel 1877 per volontà di due nobiluomini parigini, Legentil e Rohault de Fleury, che la dedicarono al culto del Sacro Cuore. La sua costruzione, avvenne principalmente con l'intento di espiare i peccati di un secolo senza religione, ma i fedeli dovettero aspettare circa 40 anni per vederla ultimata. Si distingue da tutte le chiese parigine, sia per la struttura interna che per quella esterna. Il compito della sua costruzione venne affidato all'architetto Paul Abadie, il quale ricevette l'incarico di costruire una basilica che fosse principalmente un luogo di pellegrinaggio per i suoi fedeli e non una comune chiesa o parrocchia. Si spiegano così l'ampiezza del sagrato e delle scalinate, che permettono le processioni, le numerose cappelle e la chiesa sotterranea, che permetteva di celebrare più messe contemporaneamente. Durante i lunghi anni di lavori, si susseguirono diversi architetti, e il progetto iniziale in stile romanico-bizzantino, venne storpiato dando vita a un ibrido inclassificabile. Per questo motivo, inizialmente, venne tanto criticata e le frasi sulla bruttezza del monumento sono veramente numerose. Questa storia ci ricorda un po la vicenda della Torre Eiffel, anch'essa inizialmente non apprezzata, ma ad oggi risulta una tappa imprescindibile nella visita di Parigi. Il suo incredibile colore bianco è dato dalla realizzazione con pietra calcarea di Château Landon, che ha le proprietà di non trattenere la polvere e dopo le giornate di pioggia sembra essere ancora più candida. La Basilica del Sacro Cuore, nonostante le critiche, resta un'immagine quasi surreale in uno scenario di vita quotidiano, che vale la pena visitare.

Orari e costi

L'ingresso alla basilica è totalmente gratuito ed è accessibile tutti i giorni, dalle ore 6:00 alle 22:30. Se desiderate consultare gli orari delle messe o qualsiasi altra informazione, potete farlo visitando la pagina web ufficiale della basilica: cliccando qui.

contentmap_plugin